La Regione approva le nuove schede ospedaliere

La Regione approva le nuove schede ospedaliere

Aumentano i posti letto

La Regione approva le nuove schede ospedaliere

La giunta della Regione Veneto ha approvato oggi, 14 maggio, le nuove schede ospedaliere che ridisegnano la dotazione di posti letto, reparti e primariati negli ospedali regionali pubblici. Il sistema ospedaliero regionale potrà contare su un totale di 17.990 posti letto contro i 17.861 della precedente programmazione (129 in più), dei quali 14.901 per acuti (compresi 398 da utilizzare per pazienti provenienti da fuori Veneto); e 3.089 per la riabilitazione (compresi 274 per pazienti da fuori Veneto). A questi, si aggiungono 2.013 posti letto nelle strutture intermedie, pensate per assistere al meglio i pazienti nella fase intermedia tra l'acuzie e il rientro a casa."Rispetto all’attività delle Aziende Sanitarie, che si vuole valorizzare, le schede indicano un 'no' alla duplicazione di servizi uguali nello stesso territorio e una serie di 'sì': sì all’accentramento dei servizi dove esso non influisce su qualità e quantità degli stessi; sì alla possibilità dei direttori generali di organizzare la propria Ulss con l’Atto aziendale; sì all’accentramento delle attività di cura per 'volumi', che garantiscono la necessaria esperienza quali-quantitativa degli operatori in ognuna delle specialità; sì alla garanzia di accesso e copertura per le patologie tempo dipendenti; sì alla differenziazione del ruolo degli ospedali nelle Reti specialistiche; sì all’attività in collaborazione tra equipe diverse; sì a un ruolo ben definito dei privati accreditati", conclude la nota.